Ecco l’ordinanza di oggi che, da sola, testimonia nei fatti quanto andiamo dicendo da almeno un anno:
la palestrina di via Monte Sasso, non presente nel programma elettorale scorso, è una fesseria di proporzioni bibliche, evidentemente voluta per mere questioni di logiche elettorali che sfuggono al buon senso, non solo non tenendo sufficientemente conto della realtà urbanistica nella quale l’opera andava ad inserirsi, ma in perfetto disprezzo della vita dei residenti che, da quella strada – via Monte Sasso – sono costretti a passarci tutti i giorni.

L’ordinanza chiude la strada per ben 2 giorni, per permettere all’impresa costruttrice di posizionare la gru e i materiali in mezzo alla strada, visto che gli spazi sono angusti!

Complimenti anche a chi ha approvato il progetto.

Mi Piace(7)Non Mi Piace(3)
Print Friendly, PDF & Email