Mascetti e Falsone come Stanlio & Ollio

Credevamo di aver visto tutto, in politica locale, fino ad oggi.
Ma ci sbagliavamo.
Traffichini, speculatori, arrampicatori sociali, … di queste figure i consigli comunali d’Italia sono pieni.
Mai, però, avevamo visto un Consiglio comunale di soli yesman e yeswoman, appiattito, per non dire annullato, sui capricci e voleri del “capo”.
Si, cari lettori, questo è quanto sta per materializzarsi a San Fermo dopo le prossime elezioni.
Con una lista in cui l’unica persona che ha dimostrato in questi 5 anni carattere, idee e il coraggio di esprimerle se ne è andata, dopo essere stata zittita 100 volte, ora non vi è più nessuno all’interno della lista della ex maggioranza che osi anche solo lontanamente dissentire dalle sempre più opinabili scelte del sindaco.
Con una seconda lista fantoccio, quella appunto che vede in Maurizio Falsone il palo di sostegno della lista del sindaco per aggirare il problema dell’astensionismo legato al quorum, San Fermo non ha da dormire sonni tranquilli.
Il futuro lo vediamo tutt’altro che sereno.

Il sistema di potere messo in piedi in tutti (troppi) questi anni – pur, ci tengo a sottolinearlo per evitare possibili querele –  nel rispetto delle leggi – è di stampo meramente clientelare.

Da un prete a cui è stato permesso tutto e regalato tutto, dalle associazioni ormai divenute strumenti di propaganda perchè a loro volta omaggiate a suon di elargizioni comunali, dagli organi di informazione anch’essi divenuti strumento di propaganda (eccetto unicamente NOI, per quanto possiamo valere), che partoriscono articoli ormai tutti semplicemente risibili, la dittatura mascettiana aspettava solo che sparisse l’opposizione – cosa puntualmente avvenuta – per sostituirla con una maggioranza allargata, che sarà pericolosissima.

Pensiamo semplicemente alla stesura e controllo dei bilanci, delle opere da farsi, di come investire le nostre risorse e quindi ipotecare il futuro dei nostri figli…: se l’attuale sindaco, come ultimamente sta facendo sempre più spesso, prenderà delle cantonate, chi troverà ad opporsi?
Chi, all’interno della sua stessa maggioranza o nella finta opposizione, troverà il coraggio di metterlo in guardia?
Di dirgli a chiare lettere: “sindaco, in questa cosa, stai facendo una cazzata, ripensaci, rivedi il tuo progetto. Ascolta cosa abbiamo da proporti in alternativa…” NESSUNO!
Saranno tutti lì, come un gregge di pecore, ad alzare la loro mano per dire di si.
Mancherà il controllo.
I nove decimi dei consiglieri nemmeno si leggeranno gli ordini del giorno. Meno che mai i bilanci.
E allora… allora la frittata è già fatta fin da ora!

Vedremo altre mostruosità dopo quella che si sta per fare nella piazza di Cavallasca con un assurdo girone di mezzi ( anche pesanti) che per andare a Villaggio del Sole, dovranno imboccare la stretta via Sarfatti.
E quando un mezzo pesante farà crollare uno dei due deboli ponticelli presenti nella via, per favore non gridate alla sfortuna.
Perchè non sarà sfortuna, ma inadeguatezza.

Non c’è quindi rimedio se non il boicottaggio del voto.

Un astensionismo molto forte potrebbe fare riflettere chi di dovere sull’opportunità o meno di cambiare registro.
In attesa di formare finalmente una lista civica che sappia opporsi allo strapotere mascettiano, chiamando a se chi non è in vendita, chi conosce il significato della parola dignità, chi ha idee nuove da proporre al giudizio degli elettori.

perchè, da questi 5 anni che arrivano … non possiamo aspettarci niente di buono.

vittorio belluso

Mi Piace(20)Non Mi Piace(12)
Print Friendly, PDF & Email
  1. Ennesimo articolo inutile.
    Inutile perché doveva essere Lei il candidato contro, Lei che è stato l' artefice della FUSIONE così l'avremmo visto all'opera e prendersi qualche responsabilità e non solo SCRIVERE, non si nasconda dietro la professione......
    INUTIle perché Lei è in pieno conflitto d' interessi sul girone della via Sarfatti visto che ci abita sopra.

    Mi Piace(8)Non Mi Piace(6)
    1. ... e propio perchè ci abito, conosco la situazione meglio di ogni altro.
      Abbastanza per dire che questo girone è una scempiaggine.
      Le rispoderò quindi con una serie di domande: come può una strada ritenuta inadeguata per il traffico degli anni 30, venire eletta a percorso comunale primario 90 anni dopo? E i parcheggi? E i residenti che non posseggono un box? Che faranno? Per quanto concerne la mia candidatura, non è detto che al prossimo giro, con 2 figli laureati, non ritorni in campo, magari come semplice consigliere.
      Ma ora, avrei fatto solo un favore all'attuale sindaco e la gente non avrebbe visto quello che sono stati capaci di inventarsi pur di rimanere al potere.

      Mi Piace(4)Non Mi Piace(8)
      1. Farò Farò......parole parole parole.....
        i ponticelli che lei cita negli anni molto addietro hanno sopportato il traffico in senso alternato per mesi a causa della messa in sicurezza del ponte sulla provinciale vicino al cimitero quindi di cosa parla.
        Ma lei allora viveva in altro paese e quindi.....
        per i mezzi pesanti basta mettere il divieto.

        Mi Piace(6)Non Mi Piace(4)
  2. Leggo critiche verso il sindaco Mascetti come se il responsabile di questo stato di cose fosse solo a lui imputabile.. Il vero problema è che la gente di Cavallasca si stà rendendo conto che la fusione con San Fermo è stato un errore madornale che ha privato una comunità della sua identità. I cittadini di Cavallasca non andranno a votare solo per non aggiungere al danno la beffa.

    Mi Piace(10)Non Mi Piace(7)
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Potrebbe piacerti anche