Comitato NO caserma sul piede di guerra: è unico baluardo sanfermino contro la politica filo immigrazionista imposta dal Governo PD in combutta col ‘nuovo corso’ della chiesa bergogliana

Dunque, un paio di giorni fa un’impresa di Lodi che si chiama Eco costruzioni, si è aggiudicata, dopo mesi di sospensione, il bando prefettizio per riadattare la caserma del Monte Sasso ai fine dell’accoglienza indiscriminata di sedicenti profughi provenienti da tutta l’Africa.

Le 1003 firme e le nostre argomentazioni, che il sindaco Mascetti fece proprie in tempi di campagna elettorale, non sono valse a nulla.
Lo sapevamo.
Conoscendo chi governa il Paese Italia in questi momenti bui per la democrazia, non avevamo dubbi.
Persino l’effettuazione dei controlli promessi dalla prefettura -come da noi richiesti – sui servizi idrici fognari che collegano la ex caserma al resto del paese, da noi denunciati come del tutto inadeguati a fronte del servire decine e decine di persone, NON è stata eseguita.
Il nostro Governo è del tutto inadeguato a far fronte agli sbarchi di massa che avvengono in questi giorni sulle nostre coste.
La legge non fa nulla per impedirlo.

La nostra marina da guerra è ridotta a fare da taxi per queste masse di disperati e accattoni, che finirà per gravare interamente, come tutti coloro che li hanno preceduti, sulle grandi e generose spalle degli italiani, ormai ridotti alla fame perchè messi in ginocchio dalla crisi economica e dalle tasse sempre più alte.

In attesa di spazzare via questo governo illegittimo in cui le maggiori cariche sono ricoperte da immigrazionisti che vivono fuori dal mondo reale, ormai invisi alla totalità del popolo italiano, quali la Boldrini ne è l’esempio più sprezzantemente provocatorio ed eclatante.
noi a San Fermo dobbiamo far i conti con un degrado che sta per subire una potentissima accelerazione.

Persino il fatto che il mese scorso si sia scoperta la droga nella sede dei clandestini che da due anni, e contro ogni promessa sia del Prefetto e dell’allora sindaco che promettevano una permanenza temporanea, popolano a rotazione la villetta di via Fontanina in centro paese, NON è bastato a fare ragionare chi ci comanda.
Niente.
Siamo alla pura follia!
E il sindaco?
Mascetti saprà opporsi al Prefetto ora che ha ottenuto la rielezione?

Noi non sappiamo se il nostro sindaco sarà a fianco del nostro Comitato o meno, certo non possiamo non notare che la sua amministrazione, priva di personalità politicamente preparate e conosciute, non gli sarà di alcun aiuto.
E questa è solo colpa sua.

Una squadra di governo composta in prevalenza  da baciapile politicamente insignificanti, frutto del retaggio tipico di una comunità rurale, non serve ad arginare il fenomeno immigratorio.
Mascetti è solo di fronte alle sue responsabilità frutto dei suoi calcoli.
Solo di fronte ai diktat della Prefettura e con nessun membro del comitato NO Caserma, presente in Consiglio comunale.
Di ciò, lo ripetiamo,  la colpa è sua.
Ha voluto contornarsi di yes men al fine di incentrare su di sé ogni potere.
Bene.
Allora adesso vediamo.
Vediamo in cosa saprà distinguersi dal sindaco che c’era prima.
Di sicuro – Vi possiamo anticipare- il Comitato NO caserma ha già chiesto aiuto alla Lega Nord, che ha promesso che ci aiuterà. perchè siamo noi a chiederglielo.
Dobbiamo essere pronti a tutto.
Anche a fare le barricate.
E il sindaco, che appena una settimana fa ha concesso il patrocinio gratuito ad una riunione massonica senza che la popolazione locale nemmeno si accorgesse della gravità dell’accaduto, veda lui cosa vuol fare.
Noi siamo alla finestra e lo osserviamo dal mirino del nostro fucile di precisione, tenendo in bocca una carota.

vittorio belluso

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email