Andrea Signorelli, candidato prospettiva San Fermo

Il mio impegno per San Fermo della Battaglia

Buongiorno, il mio nome è Andrea Signorelli, sono un tecnico informatico e grafico, nato a Como il 22/06/1981

Milito diversi anni tra le fila della Lega Nord, in cui corso degli anni ho ricoperto diverse cariche; dal 2007 mi sono trasferito a San Fermo Della Battaglia e ho continuato l’impegno nella politica anche qui, nel 2011 sono stato eletto consigliere del comune di San Fermo, paese in cui ho scelto di abitare e creare la mia famiglia.Santini Carfagna-Ruggiero_Layout 1

La professione che esercito è la mia passione, e il vivere ogni giorno a stretto contatto con la tecnologia mi porta a concepirne un utilizzo sempre maggiore, finalizzato al miglioramento della qualità della vita di ciascuno grazie alla razionalizzazione dei servizi e delle risorse. Il mio apporto personale alla lista civica Prospettiva San Fermo, consisterà nel progettare e applicare strategie di efficientamento delle procedure burocratiche, di riduzione dei consumi energetici, e di miglioramento della condizione di sicurezza sia individuale che collettiva su tutto il nostro territorio: questo si tradurrà in risparmio economico e aumento di soddisfazione per il cittadino.

La vera eziologia del nome Cavallasca

Sull’eziologia del nome di Cavallasca, sono state dette e scritte molte invenzioni di pura fantasia

La memoria storica alla quale attingiamo è quella della dott.essa Carolina Sassi_farmacista, che è nata a Parè_Colverde nel 1922 ed ha lavorato a stretto contatto con la popolazione di Cavallasca per oltre 50 anni e ci ha tramandato la memoria storica di suo padre, Giuseppe Sassi_farmacista, che era nato a Caversaccio e che fondò la farmacia di Parè (che ancora porta il suoi nome) nel lontano 1913.giuseppe sassi
A monte della piazza di Cavallasca, coperta dal cemento e dall’asfalto nella seconda metà degli anni 60, i 3 corsi d’acqua (ruscelli) si chiamano tutti Asca, compreso quello con la piccola cascata all’inizio di via Sarfatti che è poi quello che passa direttamente sotto la piazza in linea di continuità col vero e proprio Seveso, a differenza degli altri due corsi che si congiungono ad esso passando dall’altra parte, uno sotto la provinciale all’altezza del cimitero (il secondo corso d’acqua di via Sarfatti) ed il terzo più a monte, fino a congiungersi al primo dei tre all’altezza della Valgrande.
E’ alla confluenza dei tre canali di scolo collinari, che il corso d’acqua prende le sembianze di un vero e proprio fiume, ed è ufficialmente da qui che comincia a chiamarsi Seveso.
Dal momento che un tempo di cui si è perduta la memoria, i tre rigagnoli si chiamavano Asca e coprivano interamente il primo insediamento abitativo del nucleo a monte della attuale piazza Garibaldi, il nome del centro abitativo stesso venne chiamato Cavallasca = a cavallo dell’Asca.

Quanto scritto è quanto risulta, come già specificato, dalla memoria tramandata dai nostri avi.

vittorio belluso

cavallasca55 (600 x 455)

LILT lega italiana per la lotta contro i tumori

L’altroieri sera, alle ore21 presso la nuova biblioteca del Comune di San Fermo, si è tenuto un incontro molto istruttivo ed educativo da parte di vari
professionisti (medici) su iniziativa della LILT e concernente la
prevenzione oncologica.
In particolare, sono stati illustrati gli atteggiamenti essenziali da
perseguire e mantenere nel corso della propria esistenza con riferimento ai tumori della mammella.
Hanno interessato brillantemente l’intera platea gli intervenuti:
dr.Francesco Valenti, chirurgo senologo dr.ssa Giuliana Mura, nutrizionista senologa
Chiara Rogantini, Accademia di senologia
Martina Buttera, Accademia di senologia
Molti hanno posto quesiti e chiesti chiarimenti, ottenendone
esaustive risposte.
L’incontro si ripeterà venerdì 10 giugno prossimo, presso la biblioteca del Comune di Cavallasca, ma con argomentazione più ampia e riguardante patologie oncologiche diverse.
Ritengo importante che i cittadini, interessati tutti all’argomento,
partecipino numerosi.
Interverranno:
-dr.Francesco Valenti, chirurgo senologo, su prevenzione
tumore del polmone
-dr.ssa Tiziana Gazzotti, psicologa, sul progetto “lotta contro
il fumo”
-dr. Giuseppe Ferro, dermatologo, su prevenzione tumori della
cute
-dr.Domenico Arena, urologo, su prevenzione tumori urologici

Michele Fuccilo

Immagine (78)

Alla corte di Andrea Bambace – Nessun Dorma-Etv

Puntata del 27 maggio 2016- referendum costituzionale di ottobre

Ieri Ieri, come ormai già molte altre volte, ho avuto l’onore e il piacere di esservi invitato.
L’argomento discusso era quanto meno stimolante, si parlava del referendum costituzionale di ottobre, peraltro già discusso ed analizzato su questo blog in maniera eccellente dal dott. Cangemi.
Avuto il microfono, sono intervento sottolineando che l’ingovernabilità è principalmente la conseguenza della compravendita di parlamentari e che voterò NO al referendum perchè il testo non contempla il vincolo di mandato, che invece, secondo me, è la prima cosa da imporre.

Non è giusto -ho detto- che un eletto cambi casacca in corso d’opera, alterando gli equilibri dei due rami del Parlamento, assimilando le Camere a dei veri e propri mercati delle vacche.
Il mio intervento ha ottenuto consensi da entrambi gli schieramenti politici, compreso il centro sinistra ben rappresentato, ieri sera, da Chiara Braga e Donato Rizzo.

Nel dibattito, sono intervenuti: Chiara Braga – parlamentare del Partito Democratico; Federica Bernardi – esponente di Forza Italia; Stefano Bruno Galli – Capogruppo della Lista Maroni e docente di Storia delle Dottrine e delle Istituzioni politiche; Paolo Ceruti e Donato Rizzo – rispettivamente referenti dei Comitati provinciali del no e del si alla Riforma.

vittorio belluso

nessun dorma

Cavallasca in bancarotta mentre Colverde nuota nell’oro

Prima responsabile la paura di cambiare

Colverde lo dimostra chiaramente: coloro che 2/3 anni fa erano contro il nostro programma di fusione con San Fermo, avevano torto marcio. Sono loro i primi responsabili del fatto che Cavallasca sia in bancarotta, senza prospettive nè futuro. … avessero almeno il coraggio  di ammetterlo. E invece niente. Silenzio assoluto.

vittorio belluso

fusione

Ricordatevi, prima o poi, cadrete tutti … e tutti sarete soli nella polvere

corengiaDi Claudio Corengia

Devo dire che, sinceramente, i festeggiamenti per l’arresto di una persona, nemmeno condannata, anzi direi neppure imputata, mi hanno a dir poco schifato, la cattiveria e l’invidia umana hanno davvero pochi limiti e vengono quotidianamente superati.
Legare la gioia a vicende che nulla c’entrano con l’arresto è invece squallido, ma d’altronde, si sa, guai ai vinti, sopratutto se i vincitori ignorano quello di cui parlano.
E, infine, tanti di quelli che gioiscono (come se fossero tutti santi e senza peccato), fino a pochi anni fa erano in coda ad elemosinare favori, o sono ancora incazzati per non averli ottenuti ma, d’altronde, l’Italia è questa, tutti fascisti fino al 25 aprile, tutti partigiani di provata battaglia dal 25 aprile in poi.
Ricordatevi, prima o poi, cadrete tutti … e tutti sarete soli nella polvere.

Un lavoro fatto alla ‘cazzium’

Una griglia di scolo in prossimità della palestra comunale è stata sistemata secondo i mezzi economici messi a disposizione dal Comune

Cavallasca, zona palestra: c’era una griglia che si presume servisse per l’acqua….rotta la griglia da almeno due mesi…finalmente ora l’anno riparata….bel lavoro e un grazie particolare allo staff del comune di Cavallasca !!!!!!!
Chi fosse interessato per casa propria a manutenzione del genere chieda pure in Comune…che tristezza😕😯

un residente di Cavallasca

griglia

Il comunicato stampa di Enzo Tiso – Per San Fermo Democratica

Comunicato Stampa

Abbiamo capito da tempo che il sito Web “Forza Cavallasca”, che si interessa anche di quello che avviene a San Fermo, non ami San Fermo Democratica, arrivando in passato anche alla denigrazione.

Sappiamo anche che ha simpatie per le due formazioni “Progetto San Fermo” e “Prospettiva San Fermo” ospitando la loro pubblicità elettorale.

Non ci aspettavamo però che venissero usati mezzucci, peraltro illegali, per ostacolarci.

Sul sito infatti è a tutt’oggi presente un sondaggio elettorale che ovviamente ci vede ultimi. Si può ancora partecipare al sondaggio; peccato che dal 20 Maggio sia vietato pubblicare e diffondere sondaggi elettorali, in base all’art. 8 della legge 28/2000 e al regolamento in proposito della Autorità per la Garanzia nelle Comunicazioni (AGCOM).

Per verificare la serietà del sondaggio ho provato, ieri 25 Maggio, a votarmi e la percentuale della mia lista è salita di colpo da 14 al 24 per cento. Che bel campione rappresentativo!

Invitiamo i responsabili del sito a sospendere questa farsa per non costringerci alla denuncia, alla autorità competente, di questo reato sanzionato dall’articolo 10 della stessa legge 28/00.

La denuncia non è nel nostro stile, ma vorremmo più correttezza da parte dei nostri avversari politici.

Per San Fermo Democratica

Il candidato sindaco

Enzo Tiso

La mia risposta:

Probabilmente il signor Tiso fa così perchè nel sondaggio, peraltro votato da 4 gatti, era posizionato in terza posizione.
Nessuna preclusione da parte nostra contro di lui.
Per quanto riguarda la tempistica di esposizione del sondaggio, sottolineo che forzaCavallasca.it non è una testata giornalistica ma un semplice blog, e che, in buona fede, ero convinto che si trattasse di 1 settimana e non di 15 giorni.
Ad ogni modo, come richiesto, il sondaggio è stato prontamente rimosso, sono sinceramente dispiaciuto che il sig. Tiso si sia sentito in qualche maniera penalizzato dal mio blog e gli chiedo ufficialmente scusa.

vittorio belluso

Il bilancio consuntivo e di previsione non sono all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale

… incredibile ma vero il Bilancio consuntivo ( o Rendiconto di gestione dell’anno precedente) e il Bilancio di previsione (dell’anno in corso,) non sono all’ordine del giorno del prossimo Consiglio che è stato convocato ufficiosamente per martedì 31 maggio alle h 20,45.
E ciò nonostante si sia già 1 mese oltre i termini di legge per la presentazione obbligatoria in Consiglio Comunale dei documenti contenenti i dati da approvare.

Alleghiamo la lettera – già pubblicata – di risposta del Sindaco alla nostra interrogazione, in cui sono elencati, coi dovuti riferimenti di legge, tutti i rischi che tale mancanza/omissione può comportare per la Giunta che se ne rende responsabile.

risposta interrogazione

 

Lucini sempre più solo

marco buttiDi Marco Butti

Il voto contrario al Bilancio della consigliera Eva Cariboni e la sua conseguente uscita dalla maggioranza certifica ufficialmente che la maggioranza Lucini non esiste più. Se a questo atto, frutto di coraggio e passione sommiamo la sfiducia politica di Gioacchino Favara con tanto di sfida al Sindaco alle eventuali primarie, i voti di dissenso su tanti punti del consigliere Grieco e dei due esponenti di Paco Sel, possiamo affermare di aver avuto ragione nel sostenere tempo fa che la maggioranza uscita vincitrice alle elezioni del 2013 non esiste più ma esiste solo il Circo Magico dei fedelissimi del Sindaco e del suo super assessore Gerosa.

Parole come macigni verbalizzati

Parole come macigni verbalizzati in calce del voto contrario all’approvazione del bilancio triennale

Cari lettori,
oggi, cercando sul sito comunale la delibera di Consiglio comunale di approvazione dell’ultimo bilancio preventivo, (luglio 2015) con l’aiuto- è doveroso ricordarlo- della gentile responsabile dell’ufficio degli Affari Generali, sono trasalito!
Sono trasalito nel rileggere il mio intervento, depositato, messo agli atti e visibile sul sito istituzionale del Comune sotto la voce delibere di Consiglio anno 2015, n°25, a motivazione del nostro voto contrario.

Sono trasalito nel leggere alcuni passaggi che qui di seguito riporto, perchè assolutamente anticipatori della bomba che di lì a solo pochi mesi sarebbe poi scoppiata e che ci riguarda tutti.
E’ però per me doloroso e frustrante, il dover constatare che poche persone, nel luglio del 2015, mi compresero, eccettuati i soliti addetti ai lavori fermi immobili nelle proprie posizioni, e di quanto, tale intervento, che definirei illuminato, anticipatore e di alto spessore politico (un po’ di autoreferenzialità concedetela anche a me), non sia stato preso nella dovuta considerazione, specie in sede di Consiglio comunale, ove tanti, troppi consiglieri non sono evidentemente all’altezza del compito loro conferito e votano per partito preso, incapaci, come sono, di una seria e profonda revisione interna.
Sia chiaro, non mi sto riferendo a Gaspa e Gagliardi, che pure, in quella sera, forse anche convintii dal mio intervento, si affiancarono a me nel voto contrario al bilancio triennale previsionale 2015-2016-2017
Vi prego di leggere con attenzione quanto segue, prima gli stralci e poi i link completi dell’articolo dell’intervento (leggi qui) e della messa agli atti del Segretario Comunale, (leggi qui) e di trarne, infine, un giudizio sereno.

… “Preannuncio il nostro voto contrario.
Avrei preferito astenermi, in segno non tanto di contrarietà al documento stasera presentato, ma di totale rigetto.
Ciò non di meno voto NO, per dare un segnale forte e chiaro ad una popolazione che necessita di una scossa e non apparire come un amministratore che si rifugia in un non voto, quale è l’astensione, su di un documento di questa importanza ed in un contesto di passaggio cruciale della nostra storia di ente locale….

.  tali cifre vengono inserite a bilancio per la lettura dei tanti, troppi ‘non addetti ai lavori’ che, vedendo le cifre, crederanno i lavori essere realmente possibili e forse anche imminenti. a questo proposito noi chiediamo come sia possibile che lo Stato permetta che si inseriscano cifre fittizie a bilancio, frutto del maneggiamento ad arte dei residui attivi e passivi.
Ciò non lo riteniamo corretto da un punto di vista etico.
E’ come se un imprenditore, a fronte della banca che gli chiede garanzie per l’erogazione di un prestito necessario allo sviluppo dell’azienda, fornisse un biglietto della lotteria di capodanno appena comperato, con l’intima speranza che risulti poi essere quello vincente.
Inserire cifre virtuali e fittizie a bilancio, è una pratica che non fa onore a chi lo redige con assunzione di responsabilità politica, (quindi non mi sto riferendo alla responsabile della PA) e che qualsiasi commercialista serio, di una impresa seria, non permetterebbe mai.
Ma qui siamo addentro al meccanismo di funzionamento dello Stato italiano. Uno Stato dove nella stesura dei bilanci tutto è permesso e dove la classe politica rarissimamente possiede esperienza lavorativa nel mondo reale, meno che mai a livello dirigenziale d’impresa.
E questo è il risultato: tasse in aumento a fronte di zero investimenti produttivi.
Auspico che lo Stato provveda, ed impedisca, già dall’anno prossimo, la stesura di bilanci basati su entrate che definire improbabili, è già un eufemismo.”

scambio belluso ronchetti

Idea Comune go home!

In questi giorni ho avuto modo di parlare con alcune persone presenti domenica scorsa alla festa dei vent’anni della fondazione dell’Associazione scuola materna, tutte scandalizzate per il discorso tenuto dal sindaco per l’occasione.
Egli ha promesso di incrementare gli aiuti, assicurando l’impegno dell’Amministrazione, quando invece deve per forza tagliare ben più del 20% che ha già tagliato.
Una presa in giro bella e buona che molti genitori, che non conoscono le reali condizioni in cui versano le casse dell’erario municipale, si sono con ogni probabilità bevuta.

I genitori non sanno, né possono sapere, che a villa Imbonati regna il caos più totale, che mancano i soldi per tutto, persino per pagare gli stipendi del personale, per cambiare le cartucce dell’inchiostro, per sostituironchetti 2re i temperamatite consumati dal sindaco e si cerca di recuperare liquidità persino inviando spesso pretestuosi accertamenti di pagamento di bollette che non si è stati in grado di riscontrare con certezza.
Insomma, si va avanti giorno per giorno, alla
carolona, grattando il fondo del barile, senza la benchè minima idea di cosa possa riservare il futuro, mancando del tutto un progetto concreto e credibile.
E in questo quadro desolante, in cui la democrazia – come ho già avuto modo di scrivere – è sospesa, i conti non tornano e si celano all’opinione pubblica.
Dove sono i tagli agli stipendi dei dirigenti firmati due giorni dopo il reinsediamento?
Le vendite del patrimonio catastale comunale?
Come si pensa di tirare avanti in queste condizioni di precarietà?
Ultima domanda, forse la più inquietante: “ma questa Giunta di impiegati allo sbaraglio, si rende conto di non essere più in grado di andare avanti e che, dopo le scuse, all’opinione pubblica è dovere morale l’offrire le proprie dimissioni?”

vittorio belluso

p.s. in attesa di confrontarmi con le persone che mi aiutano e mi sostengono, annuncio che d’ora in poi è mia ferma intenzione non offrire più alcuna forma di collaborazione mediante voto favorevole a nessun punto presentato in Consiglio comunale da codesta maggioranza delegittimata, compreso il voto all’immediata eseguibilità.

*nella foto, il sindaco – Fausto Ronchetti  – durante la cerimonia di domenica scorsa tenutasi alla Scuola materna di Cavallasca

 

Scaduti tutti i termini per presentare il rendiconto di gestione

In base alla tempistica di legge, la nostra amministrazione avrebbe dovuto già essere stata commissariata.
Ugualmente pare che il Prefetto abbia concesso al nostro sindaco una dilazione del tutto eccezionale per presentare un piano di rientro dal buco di bilancio, attraverso  tagli orizzontali alla spesa pubblica e l’aumento delle tasse locali.

vittorio belluso

*nella foto che segue, la risposta all’interrogazione da noi presentata, arrivata sabato scorso.
Da essa si può comprendere che i termini di legge per presentare il rendiconto di gestione sono già scaduti da un pezzo assieme alla proroga.

risposta interrogazione

BLOG DI INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE